Traduzione
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Sondaggio

SONDAGGIO 4: Parteciperò al raduno del 3 - 4 Maggio 2014 a Torino

80% 80% [ 8 ]
20% 20% [ 2 ]

Totale dei voti : 10

Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Partner
creare un forum

CAPITOLO 7 - "LA 128 COUPE’ SUL SET"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

CAPITOLO 7 - "LA 128 COUPE’ SUL SET"

Messaggio  lucapassanisi il Sab Lug 13, 2013 6:12 am


Ovviamente una macchina discretamente diffusa come la 128 Coupé si è vista al cinema e in TV. Nello sceneggiato TV datato 2007 “Il capo dei capi” una SL verde viene regolarmente usata da uno dei protagonisti. L’autore però trova più interessanti i lavori cinematografici dell’epoca.
Una delle prime apparizioni risale al 1973: nel film “L’arbitro di calcio”, con Lando Buzzanca, ove la avvenente proprietaria di una bianca SL, attratta dal protagonista (l’integerrimo arbitro Carmelo Lo Cascio di Acireale, titolare di una stazione di servizio) fa un litro di benzina ogni giorno.
Nel 1975 la brillante coupé recita invece la parte dell’assassina nel film “Roma violenta”, con protagonista il baffuto “commissario Betti” interpretato da Maurizio Merli. L’auto in questione, una S verde, spingerà un uomo a bordo di una moto contro un mezzo pesante per un regolamento di conti all’interno della malavita organizzata.
Nel 1976 una 3P verde marina è protagonista in una movimentata scena di “Squadra antifurto”. Nella finzione la vettura appartiene a un brigadiere (interpretato da Massimo Vanni) collaboratore del commissario impersonato da Tomas Milian. La vettura, appena acquistata a suon di cambiali dal brigadiere, viene usata “come esca” per accedere nel deposito di un trafficante d’auto rubate e finisce per subire la rottura di un finestrino, causando la terribile reazione del brigadiere che così riesce a completare l’opera di annientamento – a suon di cazzotti – della banda da parte del commissario.
Una SL bianca sarà invece rubata ad una signora da … un commissario di polizia (ancora Maurizio Merli) che deve darsi alla fuga per salvarsi la pelle ne “il cinico, l’infame, il violento” del 1977.
Sempre nel 1977 una 3P arancio tropico viene usata nella bellissima commedia brillante “Dimmi che fai tutto per me” con Johnny Dorelli. L’auto in questione viene usata durante alcune scene che raccontano di un losco ed intricato affare che il protagonista è costretto a organizzare per tirarsi fuori dai debiti.
Ancora Tomas Milian commissario nel film “Delitto sull’autostrada” del 1982. Qui una SL bianca appartiene a un boss della mala che tenta di darsi alla fuga, ma viene bloccato dal commissario a bordo di una 131 Racing.
Gli amanti del trash comico ricorderanno una malconcia e scolorita SL rossa nelle gags con Massimo Boldi, Teo Teocoli e Giorgio Porcaro. Questa SL, oltre a essere l’auto di uno dei protagonisti nel film “Si ringrazia la Regione Puglia per averci prestato i milanesi”, diventerà pure oggetto del cartone animato della sigla TV di un programma per ragazzi del 1981 in cui Porcaro, impersonando il prototipo del “terrunciello naturalizzato milanese” sullo stile del personaggio poi perfezionato e fatto proprio da Diego Abatantuono, canta: “sula mia centvintott’ spott – che è com’ una rorrois – ci mett’ la statuett’ dela madunina”.
In tempi più recenti (anno 2000) una 3P arancio tropico da spettacolo in “Un perfetto Criminale” (titolo originale: “Ordinary Decent Criminal”, film con Kevin Spacey diretto in regia da Thaddeus O’Sullivan), dando filo da torcere a una Ford Sierra della “Police”.
avatar
lucapassanisi

Messaggi : 814
Data d'iscrizione : 12.02.12
Età : 47
Località : capranica

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum